DihrLAVAGGIO E GESTIONE RIFIUTILAVAGGIO E GESTIONE RIFIUTI
SISTEMI DI LAVAGGIO DIHR

Qualità e innovazione in tutto il mondo

L’eccellenza nel lavaggio si chiama Twin Star, la rivoluzionaria lavastoviglie DIHR che consente di lavare e stoccare verticalmente le stoviglie, senza più bisogno di ingombranti cesti e troppe ore di lavoro. L’innovativa lavastoviglie consente un grande risparmio di acqua, energia elettrica e detergenti rispetto ai sistemi tradizionali e un conseguente abbattimento delle spese di gestione. I cicli di lavaggio possono essere programmati, consentendo l’utilizzo della macchina nelle fasce orarie più economiche.
Inoltre, il recuperatore termico inserito nella lavastoviglie riutilizza il calore prodotto dalla macchina per riscaldare l’acqua fredda di alimentazione. In questo modo vengono ridotte al minimo le dispersioni di calore e il risparmio energetico sale fino al 40%.
Grazie a queste straordinarie caratteristiche e alle elevate prestazioni, Twin Star è stata premiata comeprodotto più innovativo dell’annonella categoria “Grandi Cucine”, all’interno del contest organizzato da Equip’Hotel 2012, il salone parigino dedicato al mondo dell’ospitalità e della ristorazione.

Compatta e silenziosa, Twin Star assicura la massima igiene

Twin Star richiede il 65% di spazio in meno rispetto a un sistema di lavaggio tradizionale, si può collocare in qualsiasi ambiente e la sua ergonomia semplifica enormemente le operazioni di carico e scarico delle stoviglie. Grazie all’innovativo sistema di asciugatura, le stoviglie possono essere utilizzate subito a fine ciclo, oppure rimanere riposte nella macchina, proprio come in uno scaffale.
Twin Star è di gran lunga più silenziosa di una macchina tradizionale ed è disponibile in due versioni: a carico frontale e passante, ovvero incassabile nella parete per occupare ancora meno spazio.
In ogni fase del ciclo di lavaggio, viene mostrata l’effettiva temperatura di esercizio e l’innovativa tecnologia led, inserita all’interno della macchina, cambia il colore della lavastoviglie nelle diverse fasi per un agevole controllo visivo anche a distanza.
Inoltre, l’acqua non viene cambiata solo nel passaggio da un ciclo all’altro, ma anche in ogni fase di uno stesso ciclo, garantendo così la massima igiene.

Facile da installare, Twin Star fa tutto da sola

Una lavastoviglie full optional, che riduce di ben il 90% il fabbisogno di manodopera nei ristoranti.
In particolare, nella versione passanteTwin star double sides” si vengono a creare due ingressi, uno dal lato sala in cui il cameriere può inserire direttamente i piatti nella lavastoviglie, e l’altro dal lato cucina, da cui lo chef può prelevare le stoviglie già pronte per l’uso.
La semplicità di utilizzo della macchina è evidente sin dalla fase di installazione. Basta collegare il circuito dell’acqua e il cavo elettrico e la macchina è pronta. Non è necessario alcun sistema di aspirazione vapori né di ventilazione, non occorrono le griglie di scarico a pavimento, né i sistemi di depurazione dell’acqua.
Rispetto ad una lavastoviglie a capotta per il lavaggio di 300 piatti Twin Star richiede:

- 65% spazio
- 90% lavoro
- 50% acqua
- 85% detergente/brillantante
- 40% potenza elettrica 

Con un utilizzo razionale e corretto, il ciclo di vita medio di Twin Star è stimato dai 12 ai 15 anni, mentre il suo costo è ammortizzabile in un solo anno.

 

Share: